Top

Matteo Luca Andriola inizia oggi un’ampia rassegna sul tema dell’ambientalismo della destra politica dalla Rivoluzione Conservatrice ad oggi, tratta da due saggi pubblicati sugli ultimi numeri di “Paginauno”. Buona lettura! Se c’è un tema intorno al quale da destra è cresciuta ed

Matteo Luca Andriola continua nella sua analisi della nuova destra italiana tra gli anni Settanta e Ottanta, entrando nel dettaglio oggi del carattere metapolitico della nuova destra. Buona lettura! Come visto, la destra metapolitica ha saputo più volte anticipare la sinistra

Quando i militanti di estrema destra compiono il celebre “saluto romano”, ritengono di evocare una ritualità che affonda le proprie radici nella grandezza della Roma imperiale di Augusto, Vespasiano, Traiano. Nulla di più errato, come ci ricorda Matteo Luca Andriola

L’ascesa della “Nuova destra” italiana, ci ricorda Matteo Luca Andriola, avviene in contemporanea al declino della capacità d’analisi e incisione sulla realtà della sinistra tradizionale. Ma in che modo la sinistra ha perso la capacità di comprendere e cavalcare le trasformazioni del capitalismo nazionale?

Dopo l’uscita della nuova edizione del suo saggio “La nuova destra in Europa”,  torna ad occuparsi del tema sulle nostre colonne Matteo Luca Andriola, che oggi inaugura un dossier sulla storia della nuova destra italiana nel decisivo passaggio politico tra

Riprendiamo, su gentile concessione dell’autore, questa interessante analisi fatta sul “populismo di sinistra” da Matteo Luca Andriola per la rivista “Paginauno”. Vai all’articolo originale (Paginauno n. 53, giugno – settembre 2017). Fra le caratteristiche della globalizzazione neoliberista vi è stata non solo la graduale finanziarizzazione dell’economia, ma

Uno spettro si aggira per l’Europa. No, non è lo spettro del comunismo, contro cui tutte le potenze della vecchia Europa ottocentesca si coalizzarono in una caccia alle streghe, dallo zar al papa, da Metternich a Guizot, come scrivevano Karl Marx e Friederich

Lo storico Massimo Capra Casadio, nel suo libro Storia della Nuova Destra La rivoluzione metapolitica dalla Francia all'Italia (1974-2000) (Clueb, 2013), documentava il dibattito - e la differenza ontologica - fra "Nuova Destra" italiana e "Nouvelle Droite" francese sul tema cruciale dell'anticristianesimo. «Facemmo finta di

La morte di Immanuel Wallerstein ci ha privati di una delle menti più brillanti dell’ultimo secolo e di un intellettuale di prima grandezza, profondo conoscitore delle dinamiche in cui si relazionano nel “sistema mondo” equilibri politici, rapporti di forza e

Loading

Questo sito fa uso di cookie, file di testo che vengono registrati sul terminale dell’utente oppure che consentono l’accesso ad informazioni sul terminale dell’utente. I cookie permettono di conservare informazioni sulle preferenze dei visitatori, sono utilizzati al fine di verificare il corretto funzionamento del sito e di migliorarne le funzionalità personalizzando il contenuto delle pagine in base al tipo del browser utilizzato, oppure per semplificarne la navigazione automatizzando le procedure ed infine per l’analisi dell’uso del sito da parte dei visitatori. Accettando i cookie oppure navigando il sito, il visitatore acconsente espressamente all’uso dei cookie e delle tecnologie similari, e in particolare alla registrazione di tali cookie sul suo terminale per le finalità sopra indicate, oppure all’accesso tramite i cookie ad informazioni sul suo terminale.