Top

61 anni, professionista ed imprenditore per 23 anni. Da più di quindici anni ritirato a "confuciana vita di studio", svolge attività di ricerca da indipendente.Si occupa di "complessità", nella sua accezione più ampia: sociale, economica, politica, culturale e soprattutto filosofica. L'applicazione più estesa è in geopolitica. Nel 2017 ha pubblicato il libro: Verso un mondo multipolare, Fazi editore. Ogni tanto commenta notizie di politica internazionale su i principali media (Rai3, la7, Rai RadioTre Mondo, Radio Blackout ed altre testate on line). Fa parte dello staff che organizza l'annuale Festival della Complessità.

Martin Wolf, firma di punta del Financial Times, scopre con almeno un decennio di ritardo le vulnerabilità e le debolezze prodotte da un sistema capitalistico non riformato e lasciato in balia di sé stesso. Il sistema che per secoli ha plasmato l’ordine globale ha

L’economia contemporanea è studiata da numerosi esperti come atto di fede, in maniera simile a quanto facevano in alcuni campi i filosofi della scolastica: ce lo testimonia Pierluigi Fagan riportando, tra le altre cose, le emblematiche dichiarazioni del Premio Nobel

La crisi petrolifera causata dall’attacco Houti ai pozzi di petrolio sauditi è la perfetta manifestazione della tipica crisi dell’era globale. Ignoriamo le cause lontane, come abbiamo fatto in Occidente per anni dimenticando il criticabilissimo intervento saudita in Yemen? Ne subiamo, con effetti amplificati, le

Nuova Delhi fallisce il primo lancio verso il satellite della Terra, ma assicura che ci riproverà. E nel frattempo decolla, non metaforicamente, staccando l'ex dominatore britannico per volume dell'economia. La sera del 7 settembre, un miliardo e trecento milioni di indiani, hanno palpitato

Torna sulle nostre pagine Pierluigi Fagan, che oggi analizza la proiezione geopolitica della Francia del Presidente Emmanuel Macron. Restiamo sulla notizia più recente, dopo l’incontro G7 di Biarrtiz, l’incontro annuale che il presidente francese ha col suo corpo diplomatico che si svolto l’altro ieri

Ospitiamo nuovamente, con grande piacere, un’interessante analisi di Pierluigi Fagan. Faccio seguito al discorso del post su Günther Anders qui pubblicato cambiando parzialmente soggetto, dall’uomo in generale all’Europa in quanto popoli che la abitano. Nel libro “Verso un mondo multipolare”[i], si scriveva che l’Europa non

Fa oggi il suo esordio sull'Osservatorio Pierluigi Fagan, analista di primo livello che debutta parlandoci della necessità, per l'Italia, di ragionare a livello sistemico valorizzando la sua posizione geografica tra Europa e Mediterraneo e risolvendo le contraddizioni tra Nord e

Questo sito fa uso di cookie, file di testo che vengono registrati sul terminale dell’utente oppure che consentono l’accesso ad informazioni sul terminale dell’utente. I cookie permettono di conservare informazioni sulle preferenze dei visitatori, sono utilizzati al fine di verificare il corretto funzionamento del sito e di migliorarne le funzionalità personalizzando il contenuto delle pagine in base al tipo del browser utilizzato, oppure per semplificarne la navigazione automatizzando le procedure ed infine per l’analisi dell’uso del sito da parte dei visitatori. Accettando i cookie oppure navigando il sito, il visitatore acconsente espressamente all’uso dei cookie e delle tecnologie similari, e in particolare alla registrazione di tali cookie sul suo terminale per le finalità sopra indicate, oppure all’accesso tramite i cookie ad informazioni sul suo terminale.