Top

Infodemia, un termine fuorviante?

Infodemia, un termine fuorviante?

L’OMS ha lanciato un allarme nei giorni scorsi sul rischio di infodemia, una delle conseguenze a cui stiamo assistendo dovute alla pandemia. Il termine infodemia è già stato utilizzato negli anni scorsi, capiamo cosa si intende, ma soprattutto cerchiamo di capire realmente dove sta il problema nel nuovo editoriale del nostro direttore Aldo Giannuli.

Il termine “infodemia” è fuorviante concettualmente, perchè da un lato sembra richiamare come cuore nel problema i mitomani, i complottisti da social network e soggetti simili ma dall’altro tralascia la disinformazione intenzionale operata da attori pubblici e privati con l’obiettivo di deviare i costumi e i comportamenti sociali e politici nel tempo della pandemia. Fenomeno, quest’ultimo, più insidioso e replicato in moltissime varianti.

Infodemia: facciamo il punto

Clicca qui per accedere al sommario di tutti i video-editoriali del nostro direttore Aldo Giannuli.

Nato a Bari nel 1952, Direttore dell'Osservatorio Globalizzazione, è ricercatore di Storia contemporanea presso l’Università degli studi di Milano. E’ stato consulente delle Procure di Bari, Milano (strage di piazza Fontana), Pavia, Brescia (strage di piazza della Loggia), Roma e Palermo. Dal 1994 al 2001 ha collaborato con la Commissione Stragi ed è salito alla ribalta delle cronache giornalistiche quando, nel novembre 1996, ha scoperto una gran quantità di documenti non catalogati dell’Ufficio Affari Riservati del Ministero dell’Interno, nascosti nell’ormai rinomato “archivio della via Appia”.

Post a Comment


доступен плагин ATs Privacy Policy ©

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito fa uso di cookie, file di testo che vengono registrati sul terminale dell’utente oppure che consentono l’accesso ad informazioni sul terminale dell’utente. I cookie permettono di conservare informazioni sulle preferenze dei visitatori, sono utilizzati al fine di verificare il corretto funzionamento del sito e di migliorarne le funzionalità personalizzando il contenuto delle pagine in base al tipo del browser utilizzato, oppure per semplificarne la navigazione automatizzando le procedure ed infine per l’analisi dell’uso del sito da parte dei visitatori. Accettando i cookie oppure navigando il sito, il visitatore acconsente espressamente all’uso dei cookie e delle tecnologie similari, e in particolare alla registrazione di tali cookie sul suo terminale per le finalità sopra indicate, oppure all’accesso tramite i cookie ad informazioni sul suo terminale.