Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Top

Dai Gesuiti alla corsa al Quirinale: manuale di “Dragologia”

Draghi

Dai Gesuiti alla corsa al Quirinale: manuale di “Dragologia”

Su Dissipatio, in questi giorni, è andata in scena una serie di analisi sul ruolo di Mario Draghi nel sistema-Paese chiamata con il nome evocativo di “Dragologia”. Chi è davvero l’ex boiardo di Stato e banchiere divenuto premier che ora sogna il Quirinale? Che cosa pensa davvero Mario Draghi? Quali sono stati i punti fondamentali e quelli meno chiari della biografia politica e personale dell’ex governatore della Bce, del figlio dell’educazione gesuita protagonista degli ultimi decenni di storia italiana? Aldo Giannuli prova a rispondere a queste domande in un video dedicato al presidente del Consiglio.

Chi è Mario Draghi?

Per approfondire:

Dragologia del draghismo – Andrea Muratore, Dissipatio, 20 gennaio 2022

“L’enigma principale riguardo Draghi è legato alla natura dei risultati ultimi del suo progetto politico: il presidente del Consiglio riuscirà a ascendere al Colle? Come intende trasformare in svolta strutturale i cambiamenti apportati nella sua fase di governo? Come reagiranno i partiti alla costruzione di un assetto istituzionale che li ha gradualmente marginalizzati? Soprattutto, come si consolideranno i mutamenti della Costituzione materiale del Paese? Queste domande sono temi di ampia prospettiva che ci permettono di considerare il governo Draghi come un esecutivo tutt’altro che tecnico, di tregua o istituzionale, ma bensì come il più politico dei governi”

[Continua a leggere]

Trasloco e urne – Vittorio Macioce, Il Giornale, 16 dicembre 2021

“Sulla strada che da palazzo Chigi porta al Quirinale c’è un cartello che molti fingono di ignorare. Ci sono scritte solo due parole: elezioni subito. Non se ne parla più di tanto perché si ha paura a farci i conti o, forse, a tanti non conviene. La consapevolezza serve però a mettere le cose in chiaro. Mario Draghi presidente della Repubblica non sarebbe un elemento di equilibrio. Non è un modo diverso per garantire l’Italia davanti all’Europa. Non sarà una supplenza. Non è lo stesso percorso visto da un punto più alto. È semplicemente l’inizio di una nuova partita, dove tutto torna in discussione”.

[Continua a leggere]

61 – La potenza del caos: il pensiero dimenticato di Ernest Coeurderoy

62 – Pasquale Massacra, pittore e patriota

63 – Hans Kung, il cattolico impertinente

64 – Aristide Briand, un visionario della diplomazia

65 – Mario Draghi dai Gesuiti alla corsa al Quirinale

I ritratti dell’Osservatorio

Nato a Bari nel 1952, Direttore dell'Osservatorio Globalizzazione, è ricercatore di Storia contemporanea presso l’Università degli studi di Milano. E’ stato consulente delle Procure di Bari, Milano (strage di piazza Fontana), Pavia, Brescia (strage di piazza della Loggia), Roma e Palermo. Dal 1994 al 2001 ha collaborato con la Commissione Stragi ed è salito alla ribalta delle cronache giornalistiche quando, nel novembre 1996, ha scoperto una gran quantità di documenti non catalogati dell’Ufficio Affari Riservati del Ministero dell’Interno, nascosti nell’ormai rinomato “archivio della via Appia”.

Post a Comment


доступен плагин ATs Privacy Policy ©

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito fa uso di cookie, file di testo che vengono registrati sul terminale dell’utente oppure che consentono l’accesso ad informazioni sul terminale dell’utente. I cookie permettono di conservare informazioni sulle preferenze dei visitatori, sono utilizzati al fine di verificare il corretto funzionamento del sito e di migliorarne le funzionalità personalizzando il contenuto delle pagine in base al tipo del browser utilizzato, oppure per semplificarne la navigazione automatizzando le procedure ed infine per l’analisi dell’uso del sito da parte dei visitatori. Accettando i cookie oppure navigando il sito, il visitatore acconsente espressamente all’uso dei cookie e delle tecnologie similari, e in particolare alla registrazione di tali cookie sul suo terminale per le finalità sopra indicate, oppure all’accesso tramite i cookie ad informazioni sul suo terminale.