Top

I droni e le epidemie cinesi: tra il coronavirus e la peste suina

I droni e le epidemie cinesi: tra il coronavirus e la peste suina

Droni utilizzati dal governo per avvertire la popolazione con le direttive sul coronavirus e droni sfruttati dalle bande criminali per veicolare la peste suina: in Cina oggi vanno in scena due emergenze sanitarie in cui il ruolo dei droni va studiato per capire quali possono essere i prossimi sviluppi in materia di guerra batteriologica e di sfruttamento di questo strumento per una pronta risposta ai disastri.

Ai già noti coronavirus che vanno dal comune raffreddore a malattie più gravi come la (MERS) Sindrome Respiratoria Mediorientale e la (SARS) Sindrome Respiratoria Acuta grave, in questi primi mesi dell’anno alla ribalta delle cronache c’è il coronavirus identificato in Cina (2019-nCoV), un nuovo ceppo che non è stato precedentemente mai identificato nell’uomo. Il rischio è considerato alto a livello globale, tant’è che nel momento in cui scriviamo ) le vittime sono passate a oltre 2.000, concentrate principalmente nella regione dell’Hubei, epicentro del virus.

Sebbene se ne parli meno, altre malattie sono presenti da tempo, tra queste la peste suina africana. Si tratta di una malattia virale dei suini e dei cinghiali selvatici, solitamente letale. Non esistono vaccini né cure. Secondo il Ministero cinese dell’Agricoltura e della FAO, la Cina ha perso 130 milioni di suini (40% della mandria totale) dallo scoppio di una violenta epidemia di peste suina africana nell’estate / autunno del 2019. La perdita equivale a due volte la produzione americana, terzo paese produttore dietro la Cina e l’Unione europea.

Massacri massicci di suini sono stati effettuati per limitare la diffusione dell’epidemia. La scarsità consecutiva di suini ha immediatamente fatto salire il prezzo della loro carne: da 32 yuan / kg (4 euro) a 60 yuan / kg (7,6 euro). In Cina, il maiale rappresenta il 70% della carne consumata e un cinese consuma in media 20 kg all’anno. In alcune aree urbane e rurali, alcuni ristoranti che servivano solo carne di maiale offrono anche carne di cane, che è molto più conveniente per i loro clienti.

Effetti collaterali

Il coronavirus è un dramma umano ma anche un grande Challenge tecnologico per i governi e le aziende che devono trovare nuove modalità per contenere i danni.

Il controllo delle persone che sono state nella zona di Hubei sfiora i confini della fantascienza. Un abitante di Nanchino – che era stato a Wehan senza dirlo a nessuno – ha ricevuto a casa una visita della polizia che lo invitava a misurarsi la febbre e quindi ad essere sottoposto alla quarantena. Un cocktail tecnologico fatto di gestione dati, intelligenza artificiale e geolocalizzazione ha individuato il “trasgressore” e lo ha punito.

Nella regione del Guandong, invece, sono spuntati robot nelle strade che “sgridano” i passanti che non indossano le mascherine, dopo averli individuati attraverso le videocamere.

Intanto nel cielo di Pechino e Shanghai volano da giorni dei Droni che usando i loro speaker urlano le “direttive” ai passanti: messaggi cortesi ma fermi su come comportarsi di fronte all’inedita epidemia, mentre altri Droni si stanno occupando nell’area di Wuhan, quella con il maggior numero di malati, della distribuzione dei farmaci e delle mascherine, che purtroppo non sono sufficienti per il grande numero di malati.

Parallelamente un aeroporto cinese si è trovato coinvolto nel fuoco incrociato di una bizzarra battaglia tra allevatori di suini e bande criminali. A dicembre, i sistemi di navigazione hanno iniziato a fallire sui voli in entrata e in uscita dall’aeroporto di Harbin mentre sorvolavano la contea di Zhaozhou. Le autorità in seguito hanno rintracciato la causa del disturbo al dispositivo anti-drone non autorizzato di una fattoria, che aveva iniziato a utilizzare nel tentativo di impedire ai criminali di usare i droni per far cadere oggetti infetti da influenza suina sui suoi maiali.

Il crollo della popolazione suina cinese ha portato a un aumento considerevole del prezzo della carne di maiale. Per sfruttare la situazione, secondo quanto riferito, bande criminali hanno utilizzato droni (in maniera analoga a quanto fatto dalla ‘ndrangheta in Italia, ndr) per far cadere oggetti infetti dall’influenza su maiali sani. Le bande quindi acquistano a buon mercato i maiali infetti dagli agricoltori e vendono il loro maiale in modo sano – con un significativo aumento.

Secondo quanto riferito, Heilongjiang Dabeinong Agriculture & Pastoral Foods, il proprietario / operatore della fattoria di maiali che maneggiava il dispositivo anti-drone, si è trovato vittima di tali attacchi, ma ha affermato che non intendeva che le sue misure difensive violassero le regole dell’aviazione. I funzionari del governo hanno sequestrato il dispositivo anti-drone una volta identificato come la fonte dell’interferenza, quindi gli allevatori di suini dovranno pensare a un altro modo per proteggersi dagli attacchi criminali.

Riflessioni conclusive

Alibaba avrebbe registrato ordini sospetti di droni? Cosa fa Gongabu?

Come difesa antiaerea, diversi allevatori di suini hanno utilizzato sistemi di disturbo che interrompono la navigazione dei Droni nelle loro fattorie.

Quando il drone commerciale diventa un vettore low-tech di epidemia (per fini lucrativi), la letteratura e il cinema cyberpunk devono solo comportarsi bene. I registi di Black Mirror probabilmente terranno la loro prossima sceneggiatura. Servizi di sicurezza, aziende agricole e mercati agricoli?

Il futuro delle armi biologiche / chimiche sarà “dronizzato”?

Serie di articoli dell’Osservatorio sul Coronavirus

Utilizzo consapevole e a norma di legge dei droni Con “DRONES URBAN SECURITY” si desidera puntare l’attenzione sulla “Minaccia” e sulla “Sicurezza” derivanti dall’uso dei DRONI in ambito urbano. Se da un lato, infatti, l’utilizzo improprio del DRONE può rappresentare un vero pericolo per ogni cittadino, dall’altro, l’utilizzo consapevole e a norma di legge ne consente una classificazione, in base al peso e alle finalità dell’utilizzo, e può essere considerato estremamente utile come ausilio nelle attività investigative ed operative, di sorveglianza e osservazione, di ricognizione tattica e attività di prossimità, nell’attività di soccorso, al fine di garantire la Sicurezza del Cittadino e di tutti i siti sensibili che si trovano sul territorio nazionale.

Post a Comment


доступен плагин ATs Privacy Policy ©

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito fa uso di cookie, file di testo che vengono registrati sul terminale dell’utente oppure che consentono l’accesso ad informazioni sul terminale dell’utente. I cookie permettono di conservare informazioni sulle preferenze dei visitatori, sono utilizzati al fine di verificare il corretto funzionamento del sito e di migliorarne le funzionalità personalizzando il contenuto delle pagine in base al tipo del browser utilizzato, oppure per semplificarne la navigazione automatizzando le procedure ed infine per l’analisi dell’uso del sito da parte dei visitatori. Accettando i cookie oppure navigando il sito, il visitatore acconsente espressamente all’uso dei cookie e delle tecnologie similari, e in particolare alla registrazione di tali cookie sul suo terminale per le finalità sopra indicate, oppure all’accesso tramite i cookie ad informazioni sul suo terminale.